fbpx

Siamo arrivati all’ultima intervista con uno dei vincitori del Premio di studio da 4000€ messo in palio da Oneydata per la Prima Edizione dell’Executive Master in Data Management & Business Analytics.

È un’occasione per rivivere il percorso che ha portato alla realizzazione del Progetto Insight Customer Analysis, vincitore di questo anno.

Il Project Work parte dalla constatazione che sia necessario approfondire le analisi dei dati per affrontare una questione che è al cuore di qualsivoglia strategia commerciale di successo:

Come è possibile creare valore aggiunto per la clientela e contemporaneamente, migliorare i propri bilanci economici?

Questa la partenza dalla quale si sviluppa, quindi, un’analisi del Database fornito da Oneydata: taglio qualitativo e quantitativo si supportano vicendevolmente e lo studio procede verso l’identificazione dell’incremento della retention come obiettivo principale.

Successivamente si analizzano outliers e missing values e si applicano algoritmi fino a trovare quello più performante.

A questo punto può essere suggerita una strategia di Marketing che possa davvero fare tesoro e mettere in pratica le informazioni di valore ottenute da un’analisi dei dati accurata e brillante.

A raccontarci la propria esperienza, dopo Donatella, Chiara, Camilla e Andrea, è oggi Riccardo Milani.

Riccardo è laureato in Scienze Statistiche e ha iniziato la sua carriera come  BI Consultant proprio nei mesi di partecipazione al Master, è un appassionato di ottima cucina, di gatti, nonché vincitore anche del Premio di Studio promosso da VEM Sistemi.

Ognuno di voi ha avuto motivazioni diverse per scegliere il Master DMBA, che si accompagnavano ad aspettative differenti.
Quali sono le cose più importanti che avete appreso in Aula?

Per me è stato il battesimo nel campo dell’analisi dei dati, dunque ogni modulo, bene o male, mi ha portato a conoscenza qualcosa di cui ero all’oscuro (tranne forse quello di statistica che mi è servito più da ripasso, avendo già studiato in università quegli argomenti).

In particolare, il primo modulo sulla Business Intelligence, mondo nel quale lavoro ora, e quello sull’Intelligenza Artificiale, che mi ha davvero colpito molto.

Quali sono gli strumenti (teorici o pratici) che avete trovato più importanti nella realizzazione del vostro progetto?

Abbiamo ripercorso quasi tutto il Master nelle varie fasi progettuali.

Personalmente, per le cose di cui più mi sono occupato all’interno del progetto, l’approfondimento della parte statistica e la sua successiva applicazione mi ha aiutato molto.

Un gruppo davvero eterogeneo, il vostro, per quanto riguarda i settori lavorativi di provenienza, le competenze… quanto è stato utile essere diversi e qual è la cosa più importante che avete imparato gli uni dagli altri?

L’eterogeneità è stata un elemento fondamentale nella riuscita di questo progetto.

Ognuno ha portato qualcosa del proprio bagaglio di conoscenza e il mix che ne è fuoriuscito ha permesso la realizzazione di un lavoro così ben fatto, ricco e puntuale.

La vittoria è stata senza dubbio merito di questa unione, sia umana che professionale.

Richiedi la Ricerca

Indagine sul livello di adozione e utilizzo dell'Intelligenza Artificiale in Italia

Privacy Policy

You have Successfully Subscribed!