fbpx

Il settimo regno dell’evoluzione dell’universo, un organismo vivente in evoluzione continua: questo è la tecnologia secondo Kevin Kelly.

Attraverso un’analisi che percorre la storia della tecnologia, infatti, l’autore affronta le specificità e le dinamiche senza mai vedere nella tecnologia un campo a sé stante: è, semmai, il naturale sviluppo della natura e del suo corso degli eventi.

Nell’era dei Big Data e dell’intelligenza artificiale è davvero importante affrontare un testo come questo, che spiega in un linguaggio piacevole e preciso come il rapporto che lega l’uomo e la tecnologia non è di pura natura strumentale, bensì una vera e propria co-evoluzione.

Di più, Kelly è convinto che questa evoluzione simbiotica di uomo e macchina sia un vero e proprio progresso inarrestabile che corre verso un generale miglioramento delle condizioni di vita degli esseri umani.

 

Quale ruolo giocano gli umani in questa inevitabile e positiva affermazione tecnologica continua?

 

Beh, Kelly è generoso e sostiene che “noi umani siamo la nostra migliore invenzione” perché solo l’intelligenza dell’uomo ha capacità adattative e di giudizio così raffinate da poter prendere coscienza di inevitabilità e positività del progresso tecnologico e discriminare tra l’uso privato e pubblico della tecnologia.

Questo è un punto cruciale: se l’uomo si inserisce in questo flusso di progresso inarrestabile con consapevolezza, il risultato sarà una selezione delle tecnologie necessarie a livello individuale (ciò che ci serve davvero) e un’espansione quantitativa e qualitativa a livello globale.

Indice

  1. La mia domanda
PARTE I – Origini
  1. Come abbiamo inventato noi stessi
  2. La storia del settimo regno
  3. La crescita dell’esotropia
PARTE II – Imperativi
  1. Un progresso con radici profonde
  2. Predestinati a diventare
  3. Convergenza
  4. Diamo ascolto alla tecnologia
  5. Scegliere l’inevitabile

PARTE III – Scelte
  1. Unabomber aveva ragione
  2. A lezione di tecnologia dagli amish
  3. In cerca di convivialità
PARTE IV – Direzioni
  1. Traiettorie della tecnologia
  2. Giocare al gioco infinito

 

L’Autore

Scrittore, fotografo e ambientalista, Kevin Kelly è co-fondatore della rivista Wired che ha vinto, sotto la sua direzione, il National Magazine Award nel 1997.
Kelly collabora ancora con il magazine e, in più, firma editoriali per alcune tra le principali testate americane come il NYTimes, The Economist, Time, Science e Wall Street Journal.

Le sue fotografie sono state ospitate in riviste di grande importanza come Life, è membro fondatore della Long Now Foundation e ha partecipato alla creazione di Well, riconosciuta ancora oggi come uno dei primi modelli di comunità virtuale.

Richiedi la Ricerca

Indagine sul livello di adozione e utilizzo dell'Intelligenza Artificiale in Italia

Privacy Policy

You have Successfully Subscribed!