fbpx

Un lavoro di gruppo lungo diversi mesi ha portato i partecipanti alla prima edizione dell’Executive Master in Data Management & Business Analytics alla presentazione di veri e propri progetti innovativi che hanno avuto come punto di partenza un Database e la presenza in aula di Oneydata, società promotrice di un Premio di Studio.

Come ricavare informazioni preziose dai dati? Come poter monetizzare il valore delle informazioni? Quale strada intraprendere per accrescere il business?

Queste sono alcune delle domande a cui ha cercato di dare risposta il Project Work che ha vinto il Premio di Studio del valore di 4000€: Insight Customer Analysis.

Nelle pagine di questo blog abbiamo già incontrato Donatella Santagata e Chiara Paris, adesso è arrivato il turno di Camilla Celin, giovane Functional Analyst appassionata di montagna e di lagotti romagnoli:

Ognuno di voi ha avuto motivazioni diverse per scegliere il Master DMBA, che si accompagnavano ad aspettative differenti. Quali sono le cose più importanti che avete appreso in Aula?

Una sfida continua. Per me questo Master ha rappresentato una sfida con me stessa ed una grande opportunità per mettermi in gioco.
Personalmente credo che le cose più importanti che ho appreso in aula siano due:

  • Ho imparato un metodo, che mi ha permesso di approcciarmi in maniera più analitica e critica ai dati. Ho imparato anche a mantenere un atteggiamento positivo di fronte alle difficoltà (e lacune!) cercando di apprendere il più possibile.
  • Ho avuto l’opportunità di lavorare con persone fantastiche sia dal punto di vista professionale che personale.
Quali sono gli strumenti (teorici o pratici) che hai trovato più importanti nella realizzazione del vostro progetto?

Personalmente credo entrambi. Gli strumenti teorici ci hanno aiutato nell’approccio al problema. Gli strumenti pratici che abbiamo utilizzato ci hanno permesso di esplorare, descrivere e confermare le nostre analisi.

Un gruppo davvero eterogeneo, il vostro, per quanto riguarda i settori lavorativi di provenienza, le competenze… quanto è stato utile essere diversi e qual è la cosa più importante che avete imparato gli uni dagli altri?

Squadra che vince non si cambia. Personalmente per me è stato fondamentale lavorare in un gruppo eterogeneo. Credo che ognuno di noi abbia messo in gioco le proprie capacità e risorse migliori. Sono orgogliosa del risultato e credo fortemente che il risultato ottenuto sia stato migliore della somma delle nostre singole competenze. Grazie ragazzi!

Alcuni di voi hanno cambiato la propria vita lavorativa durante quest’anno: chi con un nuovo lavoro, chi entrando a far parte di nuovi team dell’azienda per cui lavora, altri ci stanno lavorando. Come credi ti sia stato utile il Master nell’agevolare questi cambiamenti o nel darti una spinta a cercare nuove strade per il futuro? 

Volontà. Ho intrapreso questo percorso con la volontà di migliorarmi cambiando la mia vita personale e professionale. Questo percorso mi è servito per mettermi alla prova ed individuare la mia strada. Io sono solo all’inizio della mia carriera, ho ancora molto da imparare ma ho avuto l’opportunità di entrata a far parte di un nuovo gruppo.
Adesso sono pronta a mettere in pratica tutto ciò che ho imparato e ovviamente ad imparare ancora!

Richiedi la Ricerca

Indagine sul livello di adozione e utilizzo dell'Intelligenza Artificiale in Italia

Privacy Policy

You have Successfully Subscribed!